3 uomini e una mamma… al Bioparco

IMG_1458

La scorsa domenica è successo il miracolo… Lui era di riposo. Secondo voi, avrei mai potuto permettergli di riposarsi per davvero?

Ho tirato su le serrande e ho visto che era una bella giornata. Col mio consueto modo di fare mooooolto democratico ho deciso proposto di andare al Bioparco. La sua risposta è stata: “Ma perchè devo pagà pe’ fatte vedè? Se te vojono vedé vengono a casa” … Questo è amore! Continua a leggere

Annunci

Beati voi che sapete tutto

PEACE 2

Non c’è neanche bisogno di dirlo. L’unico argomento di cui si sente parlare in questi giorni riguarda gli attentati di Parigi. Ogni volta che vai su facebook, accendi la tv, leggi un quotidiano, metti un attimo il naso fuori dall’ufficio e vai al bar a prendere un caffè, non fai altro che sentir parlare degli attentati di pochi giorni fa.

Magicamente, ogni persona dotata di bocca o di una tastiera sotto le dita, diventa il perfetto stratega. In molti cercano anche di farti credere Continua a leggere

Paris…

PEACE

 

Oggi poche cazzate. Dopo i fatti di ieri sera non è stato semplice dormire tranquilla, mettici pure che ero da sola coi bimbi e, quando lui lavora di notte, sto sempre un po’ in ansia. Ho permesso ad entrambi di venire a dormire nel lettone con me; e ho passato un sacco di tempo sveglia, a guardarli, ripensando alle notizie che arrivavano da Parigi.

La prima reazione, non lo nego, è stata una rabbia pazzesca. Avrei voluto avere davanti quei bastardi ancora vivi e ammazzarli di botte con le mie mani. Come si può fare qualcosa di tanto atroce? Che cosa si vuole ottenere in questo modo? Incutere terrore? Avere potere? Ottenere vendetta? Continua a leggere

Una Pasquetta salvata in corner

IMG_0757

Ok, è Pasquetta. E, come ogni giorno di festa che si rispetti, Lui lavora! Dopo quasi 11 anni dovrei averci fatto l’abitudine, invece no, mi scoccia ogni volta. Solitamente trovo il modo per non rimanere da sola, grazie alla famiglia o grazie agli amici. Questa volta invece, ho realizzato che arrivava Pasqua… circa tre giorni prima. E ammetto di non essermi nemmeno sbattuta più di tanto per vedere se c’era qualcuno con cui trascorre questi due giorni.

Non è così strano quindi che questa mattina me rodeva ancora prima di aprire gli occhi.

Quando ero più gggiovane, le rare volte in cui a Pasquetta non pioveva, ero abituata all’immancabile grigliata e ad andare a ubriacarmi con gli amici per campi; Continua a leggere

Tornare a casa…

IMG_5393

Tornare a casa è percorrere l’ A1 e attendere di vedere il cartello con il nome della tua città…

Tornare a casa è ripercorrere il vialetto d’ingresso e vedere che il balcone di mamma è sempre il più fiorito che ci sia in tutto il palazzo…

Tornare a casa è rientrare nella tua vecchia cameretta e invaderla con tutte le tue cose perchè tanto anche tua sorella non abita più lì…

Tornare a casa è provare malinconia perchè tua sorella non abita più lì…

Tornare a casa è ridere come una matta perchè quella disgraziata, prima di andare via, ha lasciato un ricordino appiccicato sul tuo letto… Continua a leggere

Viaggiare: ecco come piace a me

Ho già detto che adoro viaggiare. Se potessi, sarei perennemente con la valigia pronta e un biglietto aereo in mano! Difficilmente vado più volte nello stesso posto, ho troppi paesi ancora da vedere. La mia lista è praticamente infinita e mi accontenterei di visitarne anche solo la metà… No, non è vero! Voglio vederli tutti!

Come ho già accennato in un altro post, “I miei viaggi… tra sogno e realtà”, viaggiare è una passione che mi ha trasmesso papà ma, purtroppo, fino a che ho vissuto coi miei e sono andata a scuola non ho potuto viaggiare molto. Ci sono state le “vacanze diversamente divertenti”, la vacanza studio in Irlanda e quella in Francia (prima o poi vi racconterò quello che ho combinato!) durante gli anni delle superiori, poi ho cercato di rifarmi un pochino quando ho iniziato l’università e ho trovato il primo lavoretto che mi ha permesso di pagarmi qualche sfizio.

La prima vacanza è stata Continua a leggere