Lo dicevo io….

IMG_0242

Ore 6.00. Ecco quel pianto così familiare; poi il rumore di “bimbo che scende dal lettino scavalcando la sponda” e si dirige verso il lettone. Apri un occhio, vedi l’ora e pensi “tacci de pippo, mi hai fregato l’ultima mezz’ora di sonno!”. Lo fai sistemare sotto le coperte e… Tadaaaan! Arriva anche Manuel.

A quel punto il martirio ci rinuncia e si alza per preparare la colazione. Mirko capisce che si mangia e gli corre dietro. 85 cm di bambino e mangia come un camionista! Manuel si rannicchia vicino vicino e trema. Con un salto felino balzi giù dal letto e il termometro è già sotto l’ascella. 38.8!!! Eccccccerto! è già passato un mese dall’ultimo febbrone, poi finisce che una perde l’abitudine!

Mentre scrivo, sto sul divano insieme a lui; a fare il pieno di episodi di “Oggy e i maledetti scarafaggi“, un terrificante cartone francese che a lui fa morire dal ridere. Nel frattempo una montagna di lavoro mi sta aspettando sulla scrivania.

Lo dicevo io che a questa settimana non sarei potuta sopravvivere!!!

 

Annunci

Happy B-day amore di mamma

IMG_6600

Caro Manuel,

voglio raccontarti una storia, avvenuta quattro anni fa…

Era notte e c’era una ragazza di 29 anni (e stavolta è vero!) che camminava avanti e indietro lungo il corridoio di un ospedale. Aveva un grosso pancione che da qualche ora aveva iniziato a farle male. Lì dentro c’era un bimbo ed era quasi pronto per nascere…  Continua a leggere

Due giorni di ordinaria follia

IMG_0034

La storia ha inizio ieri mattina…

Suona la sveglia e mi giro dall’altra parte. Mi rigiro e la punto 15 minuti più tardi, tanto stamattina c’è anche papà che mi aiuta a preparare Manuel. Mirko è già nel lettone da qualche ora perchè durante la notte vuole sempre almeno un biberon. Ma prima che la sveglia suoni di nuovo ecco che anche Manuel si infila nel lettone. Il martirio lo tocca ed esclama: “Amò, me sa che c’é un problema!”. Io lo guardo e dal colore delle guanciotte capisco… Prendo il termometro per pura formalità.

A casa mia, quando Manuel si ammala, la tensione si taglia con un coltello. Già, perché il terremoto soffre di convulsioni febbrili. Le ha ogni volta in cui ha la febbre. Ogni santa volta. Calcolando che ad ogni episodio mi sembra di aver perso 10 anni di vita… credo di avere i giorni contati. Continua a leggere

Vorrei una casa autopulente

IMG_0029 ridim

 

Ode all’aspirapolvere

Sette anni or sono da me sei arrivata,

in una fredda giornata di dicembre…

da mia cognata Mena mi sei stata regalata

e speravo saresti rimasta con me per sempre.

Poi un giorno, ahimè, hai svampato

ed il mio povero cuore hai spezzato

ma due giorni dopo sei resuscitata

ed io mi sento finalmente rinata.

No, non mi sono drogata. No, non mi sono nemmeno ubriacata; Continua a leggere

Presenze notturne

IMG_6006

Era una notte di inizio novembre. La temperatura aveva, da pochi giorni, iniziato a scendere. Lei giaceva infreddolita sul grande letto, sotto al trapuntino.

Era profondamente innamorata di suo marito e adorava dormire stretta a lui; anche quella notte quindi, le venne spontaneo girarsi verso di lui per cercare il suo corpo. Allungò un po’ il braccio e gli diede un bacio sulla guancia ma…  la sentì stranamente liscia. Continua a leggere

Un tranquillo WE… di paura!

4710354551_1d2e89b28a_o

Le finestre sono aperte. Tutte. Sperano di riuscire a far entrare un po’ di ossigeno… Far uscire l’odore della morte…

Da una delle finestre si intravede passare una figura… LEI.

I capelli hanno visto giorni migliori, sono spettinati, legati alla meno peggio. È malvestita, indossa abiti comodi, da casa, nulla con cui oserebbe mai farsi vedere in giro. La faccia è sofferente e… VERDE… Continua a leggere

Un dramma chiamato svezzamento

IMG_5643Shhhhhhh. Silenzio! esigo che non voli nemmeno una mosca. Potrei prendermela anche con lei. Finalmente ce l’ho fatta, è crollato! Dormono tutti e due. E vai! Enjoy the silence!

Sì, perché in questa casa, da tre giorni a questa parte, vige il caos. No, non sto parlando del disordine che regna incontrastato. Quello ormai ha messo radici qui, ci ha preso la residenza! Oserei dire che è parte integrante dell’arredamento. Il caos a cui mi riferisco è dato da Mirko -_- . Il ciccio ha appena compiuto 6 mesi 🙂 quindi il pediatra ha dato il via libera allo svezzamento. A parole sembra facile ma la realtà è ben diversa. Continua a leggere