Una Pasquetta salvata in corner

IMG_0757

Ok, è Pasquetta. E, come ogni giorno di festa che si rispetti, Lui lavora! Dopo quasi 11 anni dovrei averci fatto l’abitudine, invece no, mi scoccia ogni volta. Solitamente trovo il modo per non rimanere da sola, grazie alla famiglia o grazie agli amici. Questa volta invece, ho realizzato che arrivava Pasqua… circa tre giorni prima. E ammetto di non essermi nemmeno sbattuta più di tanto per vedere se c’era qualcuno con cui trascorre questi due giorni.

Non è così strano quindi che questa mattina me rodeva ancora prima di aprire gli occhi.

Quando ero più gggiovane, le rare volte in cui a Pasquetta non pioveva, ero abituata all’immancabile grigliata e ad andare a ubriacarmi con gli amici per campi; Continua a leggere

Annunci

Il genio all’opera

IMG_0038

Il genio in questione sono ovviamente IO! E al momento mi sto godendo la presenza della mia mammina che è venuta in nostro soccorso, dal momento che il bambino più cagionevole del circondario non potrà rientrare al nido prima dell’inizio di marzo.

Non ho affatto scordato di avere un blog ma in questi giorni confesso di aver preferito farmi viziare da mammà piuttosto che stare davanti al pc 🙂

Don’t worry, tornerò a breve sui vostri schermi! Rincojonita come sempre!

Aerosol e bambini: manuale tragicomico di sopravvivenza

IMG_0353

Alzi la mano chi non ha silenziosamente imprecato nel momento in cui il pediatra ha prescritto l’aerosol al nano!
Alzi la mano chi è così fortunata da avere un bimbo piccolo che se lo lascia fare senza protestare!

Uhm… non vedo mani alzate… Allora forse la mia miniguida potrebbe esservi utile! Continua a leggere

Malinconia esci da questo corpo!

IMG_0073

Stavo notando che questi ultimi post sono un po’ troppo malinconici e la cosa non mi piace. Forse è colpa del fatto che non andavo dai miei da troppo tempo e sentivo la mancanza di tutti i parenti e amici lasciati lì. Forse è perchè è quasi Natale e quest’anno non lo passerò con la mia famiglia. O forse è perchè tra poco devo ritornare al lavoro.

Eh già, il 7 gennaio si ricomincia e mi sento come se fossi divisa in due. Da una parte sono felice. Anzi, felicissima! Continua a leggere

Natale ti odio… o forse no?

20121225_133052

Anche quest’anno, senza che me ne sia resa conto, il Natale è praticamente alle porte. E per una come me, che detesta i centri commerciali in ogni periodo dell’anno, questo è il periodo peggiore. Ma questa volta non mi freghi caro Natale! Non mi ritroverò come al solito all’ultimo minuto in uno di quei posti infernali, circondata da gente che sgomita, alla caccia di regali che, nove volte su dieci, vengono fatti per dovere e non perchè uno voglia veramente farli.

A casa mia, quest’anno, i doni di Babbo Natale anzichè arrivare sulla slitta, Continua a leggere

Tornare a casa…

IMG_5393

Tornare a casa è percorrere l’ A1 e attendere di vedere il cartello con il nome della tua città…

Tornare a casa è ripercorrere il vialetto d’ingresso e vedere che il balcone di mamma è sempre il più fiorito che ci sia in tutto il palazzo…

Tornare a casa è rientrare nella tua vecchia cameretta e invaderla con tutte le tue cose perchè tanto anche tua sorella non abita più lì…

Tornare a casa è provare malinconia perchè tua sorella non abita più lì…

Tornare a casa è ridere come una matta perchè quella disgraziata, prima di andare via, ha lasciato un ricordino appiccicato sul tuo letto… Continua a leggere

Due giorni di ordinaria follia

IMG_0034

La storia ha inizio ieri mattina…

Suona la sveglia e mi giro dall’altra parte. Mi rigiro e la punto 15 minuti più tardi, tanto stamattina c’è anche papà che mi aiuta a preparare Manuel. Mirko è già nel lettone da qualche ora perchè durante la notte vuole sempre almeno un biberon. Ma prima che la sveglia suoni di nuovo ecco che anche Manuel si infila nel lettone. Il martirio lo tocca ed esclama: “Amò, me sa che c’é un problema!”. Io lo guardo e dal colore delle guanciotte capisco… Prendo il termometro per pura formalità.

A casa mia, quando Manuel si ammala, la tensione si taglia con un coltello. Già, perché il terremoto soffre di convulsioni febbrili. Le ha ogni volta in cui ha la febbre. Ogni santa volta. Calcolando che ad ogni episodio mi sembra di aver perso 10 anni di vita… credo di avere i giorni contati. Continua a leggere

Vorrei una casa autopulente

IMG_0029 ridim

 

Ode all’aspirapolvere

Sette anni or sono da me sei arrivata,

in una fredda giornata di dicembre…

da mia cognata Mena mi sei stata regalata

e speravo saresti rimasta con me per sempre.

Poi un giorno, ahimè, hai svampato

ed il mio povero cuore hai spezzato

ma due giorni dopo sei resuscitata

ed io mi sento finalmente rinata.

No, non mi sono drogata. No, non mi sono nemmeno ubriacata; Continua a leggere

Il sabato: da teen a mom

C’era un tempo in cui la sottoscritta considerava il sabato un giorno sacro. E non per motivi religiosi. Sabato sera papà concedeva la libera uscita. Accadeva SOLO il sabato sera; il resto della settimana si andava a scuola e al massimo si usciva un po’ di pomeriggio. Dopo aver giurato col sangue che non ci sarebbero state interrogazioni/verifiche/compiti lasciati in sospeso.

Io e la mia migliore amica, la mitica L. (Tata, sai che sto parlando di te!), non saremmo rimaste a casa il sabato sera nemmeno per tutto l’oro del mondo. Prima della patente si usciva rigorosamente in motorino (il suo!) anche con la pioggia, col freddo (e in quel paesino in provincia di Milano in inverno faceva un freddo cane!), con la neve o con qualsiasi fenomeno atmosferico avverso. Uscivamo perfino Continua a leggere

Operazione remise en forme: da forma di parmigiano a sottiletta

bilancia

Sono tornata da poco da una bella camminata con la mia nuova amica E., mamma di un compagnetto di asilo nido del mio Mirko e, sentendomi particolarmente ispirata, ho deciso di buttare subito giù un post.
Spero possa servire ad altre mamme e… perché no? anche a chi ancora non è diventata mamma e non ha un rapporto idilliaco con la propria bilancia.

Lo ammetto, in gravidanza non mi sono proprio contenuta. Ho mangiato come una sfondata, Continua a leggere