Beati voi che sapete tutto

PEACE 2

Non c’è neanche bisogno di dirlo. L’unico argomento di cui si sente parlare in questi giorni riguarda gli attentati di Parigi. Ogni volta che vai su facebook, accendi la tv, leggi un quotidiano, metti un attimo il naso fuori dall’ufficio e vai al bar a prendere un caffè, non fai altro che sentir parlare degli attentati di pochi giorni fa.

Magicamente, ogni persona dotata di bocca o di una tastiera sotto le dita, diventa il perfetto stratega. In molti cercano anche di farti credere di essere acculturati, mentre nella realtà sono ignoranti come capre, hanno aperto il libro di storia due giorni prima della maturità (sempre che l’abbiano presa) e non leggono un quotidiano dall’ultima volta in cui un professore li ha obbligati. Tutti però hanno le idee chiare, sanno cosa è giusto fare e difendono la loro idea a spada tratta.

C’è chi ha deciso che tutti i musulmani sono cattivi, sono terroristi, che andrebbero bombardati, sterminati, che la loro terra venisse rasa al suolo, che l’Italia debba chiudere le frontiere e rispedirli tutti a casa ecc.

C’è chi invece sostiene che, anche se i terroristi hanno sbagliato, la colpa è nostra perchè gli vendiamo le armi, perchè dietro tutto questo ci sono solo interessi economici, che non tutti i musulmani sono per forza dei terroristi. In molti si indignano perchè gli attentati, nel mondo, ci sono tutti i giorni ma nessuno ne parla.

Se metti la bandiera francese sul profilo di facebook vuoi solo pulirti la coscienza e te ne sbatti di tutti quelli che muoiono ogni giorno ma che tanto stanno lontani da noi. Se non la metti sei cinico.

Insomma, in questo momento sembra che tutti siano schierati. Quelli che farebbero pulizia etnica accusano gli altri di essere responsabili del fatto che i terroristi possano agire indisturbati in casa nostra. I più moderati accusano i primi di essere dei razzisti guerrafondai.

E io?… Boh, io sono quella che forse non ha capito un ca_ _o.

In ogni cosa che leggo, che vedo o che sento, trovo qualcosa di sensato e qualcosa di completamente folle.

Rivedo le immagini degli attentati di Parigi e provo una grande rabbia nei confronti di quel gruppo di bastardi assassini, poi vedo anche tante immagini di altre persone innocenti in Siria e in molti altri paesi, che vengono massacrate allo stesso modo e mi si stringe il cuore. Immagino il dolore dei genitori che vedono morire tra le loro braccia i loro bambini; non oso pensare alla paura che provano i più piccoli nel ritrovarsi improvvisamente soli al mondo.

Mi sembra abbastanza ovvio che le bombe non possono portare la pace…

Ma allora cosa si può fare? Impedire a chiunque di venire in Europa? Respingere i barconi? Facile a dirsi, peccato che spesso questi criminali sono nati proprio qui, hanno studiato nelle nostre stesse scuole, frequentato gli stessi luoghi di svago e magari si sono sempre comportati da perfetti occidentali. Su quei barconi invece, di sicuro la maggior parte delle persone sta scappando da qualcosa di orribile e non ha certo voglia di vedere la stessa cosa che si ripete qui.

D’altra parte è anche vero che non possiamo accogliere chiunque, così, ad occhi chiusi. Sarebbe come dire “venite, fateci quello che volete”. Se qualcuno dei nostri cari fosse stato dentro uno di quei bistrot o dentro al Bataclan saremmo così aperti di mente? Porgeremmo l’altra guancia?

Voglio anche ritornare sul fatto che l’Italia, e Roma in particolar modo, corre gli stessi rischi che corrono Parigi, Londra, New York. Anche noi siamo stati minacciati e chissà, magari qualche attentato è già stato sventato senza che il popolo ne sia venuto a conoscenza.

Cosa dovremmo fare? Chiuderci dentro casa? Non andare più al centro? Non andare nei centri commerciali o al cinema o sui mezzi pubblici? Vogliamo dargliela vinta così, dimostrandogli che hanno il potere di farci paura?

Ma allo stesso tempo, saremmo davvero tranquilli, soprattutto ora che inizia il giubileo, nel frequentare il centro o i grandi luoghi di aggregazione? É facile parlare ma a me il pensiero che potrei zompare in aria (coi miei bambini!) spaventa parecchio.

Sento una miriade di emozioni contrastanti.

Su una cosa non ho alcun dubbio. Invece di buttare i nostri soldi in finte (e inutili!) “missioni di pace” all’estero, i pagliacci che ci governano dovrebbero utilizzare questi soldi in casa nostra, dandoli alle nostre forze dell’ordine, investendoli nelle nostre forze di intelligence. Solo loro possono fare qualcosa di concreto per PREVENIRE.

Perché, diciamo la verità, una volta che ci troviamo davanti ad un mitra o ad uno stronzo che sta per farsi esplodere, c’è ben poco che si possa fare per difendersi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...