Operazione remise en forme: da forma di parmigiano a sottiletta

bilancia

Sono tornata da poco da una bella camminata con la mia nuova amica E., mamma di un compagnetto di asilo nido del mio Mirko e, sentendomi particolarmente ispirata, ho deciso di buttare subito giù un post.
Spero possa servire ad altre mamme e… perché no? anche a chi ancora non è diventata mamma e non ha un rapporto idilliaco con la propria bilancia.

Lo ammetto, in gravidanza non mi sono proprio contenuta. Ho mangiato come una sfondata, soprattutto dolci. E a me, i dolci, nemmeno piacciono particolarmente! Metteteci pure che, alla fine del terzo mese, Mirko ha deciso che io NON potevo andare a lavorare perciò mi sono ritrovata a passare dallo stare ogni giorno 12 ore fuori casa, allo status di balena spiaggiata sul divano. Io. Quella che DETESTA rimanere chiusa dentro casa!

Così tra una serie tv, un libro e una settimana enigmistica (di cui ormai non tralasciavo nemmeno un gioco!), ogni tanto… tanto spesso! la mia faccia finiva dentro al frigorifero. O nella credenza. O nel mobile della sala. O dal fornaio sotto casa, quello che fa dei biscottini da paura.

Il risultato?

Ostetrica fichissima che sembrava una modella: “allora cara, quanto pesavi prima di rimanere incinta?”

Io: “48 chili” 🙂

Lei: “e ora quanti ne pesi?”

Io: ehm… ehm… (sottovoce) 64… 😥

Lei: “Ammazza, tutti sti chili hai preso!”

Io: “Ma vattela a pijà ‘ n der cu_ _ , te e tre quarti della palazzina tua!”   Eh… sono dovuta stare e riposo… non potevo neanche uscire a camminare… li perderò come ho fatto col primo figlio…

Già… Peccato che l’allattamento di Mirko è stato totalizzante. Non potevo allontanarmi da lui nemmeno per un’ ora.

Provare a portarlo a camminare con me? Fatto! Puntualmente iniziava a piangere come se lo stessero scotennando e mi toccava tornare di corsa a casa!

La fame? Tantissima! Come in gravidanza! Per produrre latte ci vogliono tante energie.

Eppure tante amiche sono dimagrite allattando. IO NO! IO SONO INGRASSATA!!!

Eccomi quindi, a 6 mesi dal parto, con 10 chili che ancora vogliono rimanere con me.

Una mattina incontro E., una mamma con cui mi sono fermata a chiacchierare un po’ di volte e che mi è stata istintivamente simpatica. Era in tenuta sportiva e mi ha detto che stava andando a fare una passeggiata-corsetta per un’ora. Tanto il bimbo era al nido e aveva un po’ di tempo a disposizione. Secondo lei ci dedichiamo sempre al nostro ruolo di mamme ma è giusto anche prenderci un’oretta da dedicare solo a noi stesse. Mi ha anche detto che se piove va lo stesso, armata di k-way.

Le sue parole mi hanno dato proprio un bello scossone! È inutile continuare a piangersi addosso, incazzarsi sopra la bilancia e davanti allo specchio. Cara Silvia, é giunta l’ora di muovere le chiappe!

Da due settimane ho quindi iniziato il mio programma di remise en forme che consiste semplicemente nell’uscire ogni mattina, accompagnare i bambini all’asilo, infilarmi le cuffiette nelle orecchie e iniziare a camminare con passo veloce. I primi giorni mi sono limitata a mezz’ora ma ora riesco tranquillamente a camminare per almeno un’ora.

Vado proprio tutti i giorni, anche quando sono sola, anche se il cielo è nuvoloso e sembra stia per piovere. In fondo, anche se piovesse? Al massimo mi bagnerei e mi asciugherei una volta tornata a casa; luogo in cui mi aspetta una bella doccia rigenerante, una seduta intensa di pulizie-preparazione del pranzo-stesura della lavatrice e molto altro. Ma lo affronto con più serenità. Finalmente non mi sento più in colpa per la mia pigrizia.

Camminare è diventato una sorta di dipendenza. Sento le gambe più leggere, i jeans stringono un pochino meno e l’umore è decisamente migliorato!

Il prossimo passo? Non smettere di dedicare quest’ora per me stessa nemmeno quando rientrerò in ufficio. Cambieranno gli orari, non le buone abitudini!

Annunci

2 thoughts on “Operazione remise en forme: da forma di parmigiano a sottiletta

  1. Da mamme e mogli è bello, salutare e divertente prendersi cura di noi. La pigrizia ci rende abitudinarie, la voglia di fare ci fa iniziare la giornata con sprint ed allegria.
    Domattina, di nuovo, prontissima per camminata – corsetta al parco,
    Silvia ti aspetto!!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...